Il sangue - Avis Albairate

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il sangue

CONOSCERE L'ORO ROSSO

tra simbologia e storia

Il sangue ha sempre giocato un ruolo altamente simbolico nelle diverse civiltà, fin dalle origini era riconosciuto a questo fluido un intrigato legame che univa la sfera fisica e quella emozionale, e quindi il ciclo della vita, dalla nascita alla morte.

Nell’antica Grecia, si narra che Esone bevve il sangue di suo figlio Giasone per riguadagnare la giovinezza; gli Egiziani ottemperavano a questa credenza immergendosi nel sangue, i gladiatori ritenevano che bere il sangue dell’avversario ucciso trasmettesse loro una parte della sua forza, in Sud America le tribù indigene esorcizzavano gli spiriti maligni incidendosi le vene e facendo uscire il sangue.

Nel 17° secolo, grazie alla scoperta del microscopio, l’occhio umano poté vedere ciò che mai aveva potuto immaginare, medici e scienziati incominciarono a capire i primi principi di fisiologia umana e questo risvegliò l’interesse sul sangue e le sue proprietà.

La prima trasfusione documentata risale al 1665, quando il dr. Lower trasfuse il sangue da un cane all’altro; due anni più tardi il francese Denis trasfuse il sangue di un agnello ad un ragazzo e benché queste trasfusioni sperimentali si conclusero con la morte dei pazienti, diedero tuttavia inizio ad esperimenti in tutta Europa.

In realtà ci vollero 150 anni per avere degli efficaci sviluppi: il dr. Blundell sviluppò una siringa per trasfondere direttamente il sangue da uomo a uomo e ciò incrementò i tentativi di trasfusione ma aumentò il numero dei pazienti che a causa di reazioni sconosciute morivano.

                               
Nel 1901 il dr. Landsteiner scoprì i tre principali gruppi sanguigni A, B
: da quel momento vennero introdotte le tipizzazioni che eliminarono molte reazioni allergiche, che avevano provocato tanti decessi e, nel 1902, i professori Von Decastello e Sturli scoprirono il gruppo e nel contempo nacque la necessità di avere persone disponibili a donare il loro sangue.


Tra la prima e la seconda guerra si sviluppò un rapido progresso nella conservazione e stoccaggio, la guerra non fu un fattore casuale per questo sviluppo in quanto creò una domanda senza precedenti e due medici statunitensi misero a punto una soluzione che permise di conservare il sangue per alcune settimane.

Il sangue costituisce circa  8-9% della nostra massa corporea, in una persona adulta ed in salute, ci sono circa 6 litri di sangue, ed è composto per il 55% da una sostanza liquida chiamata PLASMA,e per il restante 45% da tre specie di elementi cellulari: GLOBULI ROSSI, GLOBULI BIANCHI, PIASTRINE.

Torna ai contenuti | Torna al menu